Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   
slide_uilbandiere

Tesseramento 

sample image Tutti i vantaggi del tesseramento UIL e le convenzioni
Scopri

Galleria Fotografica 

sample image La nostra galleria fotografica aggiornata in tempo reale
Guarda

Le domande ricorrenti 

sample image Leggi le definizioni dei termini più frequenti
Leggi

banner grigi 300x200px

In Primo Piano 

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Assegni familiari: a chi spettano e come…

Assegni familiari: a chi spettano e come presentare la domanda

ASSEGNI FAMILIARI Gli assegni familiari sono una prestazione a sostegno delle famiglie di alcune categorie di lavoratori italiani, comunitari ed extracomunitari lavoranti nel territorio italiano, il cui nucleo familiare abbia un...

Read more

Decreti Jobs Act definitivi

Decreti Jobs Act definitivi

In allegato potete trovare gli ultimi quattro Decreti Legislativi emanati in attuazione della Legge 10 dicembre 2014 n° 183 (Jobs Act) e pubblicati in Gazzetta Ufficiale. I Decreti sono in vigore già dalla...

Read more

2016: le novità sul lavoro

2016: le novità sul lavoro

Ecco anticipate le novità in tema di lavoro che entreranno in vigore dal prossimo 1° gennaio 2016, analisi a cura del Servizio politiche attive e passive del lavoro della UIL. Dal prossimo...

Read more
Venerdì, 17 Marzo 2017 09:30

Docenti: ​la formazione è obbligatoria, ma il monte ore non è stabilito

La formazione obbligatoria dei docenti, sia sotto il profilo delle modalità di attuazione che quello del monte orario a cui sono soggetti sta diventando un tormentone.

A favorire i dubbi concorre la matassa legislativa che dovrebbe essere letta - se non studiata - attentamente dai diretti destinatari e che richiede in alcuni casi anche uno sforzo interpretativo, che a dire il vero, per questa parte non sarebbe particolarmente difficile per chi giornalmente si imbatte nel grande universo delle norme che la legge 107 ha prodotto.

Ecco perché i chiarimenti che arrivano in forma di interpretazione autentica da parte degli addetti ai lavori sono sempre utili e per così dire fanno notizia.

Durante un workshop di formazione il rappresentante del MIUR (il lavoro in questi giorno a Viale Trastevere è  intenso e sono in corso con i rappresentanti dei vari uffici territoriali, briefing operativi in vista delle prossime scadenze) ha illustrato alcuni aspetti della formazione, rispondendo indirettamente ad alcune domande.

... Innanzitutto, ha detto il rappresentante MIUR "la formazione è obbligatoria anche se non è stabilito un monte ore per ciascun docente; l'interessato, sulla base delle esigenze personali e del progetto formativo dell'istituto di appartenenza, sceglierà i percorsi formativi che andranno ad arricchire il proprio portfolio professionale"...

Insomma, ha chiarito il dirigente , bisogna considerare la cura della propria formazione come "scelta personale prima ancora che come obbligo; questo permette al docente di ragionare sulle tappe più significative della propria esperienza e può servire da volano per la futura carriera professionale".

Inevitabile diventa a questo punto, sulla base delle affermazioni, fare una considerazione sul "bonus docenti", per il quale un insegnante potrebbe, grazie alla formazione, raggiungere quelle specifiche competenze che l'istituto in cui opera richiede ed aggiungere alla gratificazione professionale anche quella economica. Anche questo sarebbe un modo per attuare l'autonomia scolastica, associando a corretti parametri la valutazione del merito e nello stesso tempo sganciandolo da lacci troppo rigidi.

Letto 68 volte

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito fa uso dei cookies

per il funzionamento della piattaforma e per le statistiche. Prosegui se sei d'accordo.

Approvo