Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.    
slide_uilbandiere

Tesseramento 

sample image Tutti i vantaggi del tesseramento UIL e le convenzioni
Scopri

Galleria Fotografica 

sample image La nostra galleria fotografica aggiornata in tempo reale
Guarda

Le domande ricorrenti 

sample image Leggi le definizioni dei termini più frequenti
Leggi

In Primo Piano 

Dichiarazione ISEE 2019: elenco dei docu…

Dichiarazione ISEE 2019: elenco dei documenti necessari da presentare al CAF UIL

La DSU è valida dalla data di presentazione fino al 31 AGOSTO 2019 Per ogni componente il nucleo di Riferimento (*) servono Stato di Famiglia: (*) Nel caso di prestazioni per minori...

Read more
Giovedì, 22 Febbraio 2018 10:33

Concorso 2018 per Abilitati pubblicato in Gazzetta il Bando: tutto ciò che serve sapere

Concorso Scuola 2018 chi può partecipare?

·         docenti che conseguiranno il titolo di specializzazione per le attività di sostegno entro il 30 giugno 2018 (Specializzazione Sostegno III ciclo);

·         docenti che hanno conseguito il titolo abilitante o la specializzazione sul sostegno all'estero entro il 31 maggio 2017 e presentano al Miur la relativa domanda di riconoscimento, entro la data di presentazione delle istanze di partecipazione al concorso;

·         possiedono i requisiti di partecipazione per effetto di provvedimenti giudiziari non definitivi (in attesa quindi della sentenza di merito).

·         mentre per i docenti tecnico pratici (ITP) il requisito richiesto è l'iscrizione nelle GaE o nella II fascia delle graduatorie di istituto alla data del 31 maggio 2017.

Il Concorso Scuola 2018 è articolato in tre diverse parti: una prova orale di natura metodologico-didattica (valida ai fini dell'assegnazione del 40% del punteggio finale), la valutazione dei titoli (60%) e l'anno di formazione e tirocinio (equivalente al 3° anno del FIT).

Tutti i docenti che parteciperanno saranno inclusi in delle nuove graduatorie regionali che danno accesso, dopo un anno di formazione e tirocinio, al ruolo.

Concorso Scuola 2018, presentazione domande e scadenza

Tutti coloro che vogliono aderire a questo concorso dovranno presentare apposita domanda attraverso la piattaforma ministeriale Istanze OnLine a partire dal 20 febbraio al 22 marzo 2018 ore 23.59, la domanda andrà presentata per tutte le classi di concorso per cui si partecipa, per un'unica regione (anche se si partecipa per classe comune e sostegno).

I candidati al concorso dovranno indicare una lingua straniera a scelta tra francese, inglese, spagnolo e tedesco, la scelta della lingua sarà oggetto di verifica e valutazione durante la prova d'esame orale, infine per aderire al concorso sarà necessario pagare una tassa di 5 euro.

Il pagamento va effettuato solo tramite bonifico bancario:

§  conto intestato alla sezione di tesoreria 348 Roma succursale;

§  IBAN: IT 79B 01000 03245 348 0 13 2407 01;

§  causale: "regione – classe di  concorso/posto di sostegno – nome e cognome – codice fiscale del candidato".

Concorso Scuola Abilitati 2018 – Come si svolgerà?

Il concorso scuola per docenti abilitati si svolgerà in 3 distinte fasi, vediamole di seguito nel dettaglio:

·         la prima fase consisterà in una prova orale (non selettiva), utile per la formazione della graduatoria di merito regionale

·         la seconda fase il FIT (solo il 3° anno). L'ammissione al FIT comporterà la cancellazione da tutte le graduatorie in cui il docente è inserito

·         la terza fase sarà la valutazione finale e immissione in ruolo. Durante l'anno di FIT il docente sarà sottoposto a visite in classe per verificarne l'attitudine alla professione

Per quanto concerne la prova orale consisterà in un colloquio, durante il quale sarà accertato anche la conoscenza della lingua al livello almeno B2 (non è richiesta la certificazione), la prova orale avrà una durata di 45 minuti massimo, per ambiti verticali ci sarà un'unica prova ma graduatorie diverse.

Concorso Scuola 2018 – Prova orale per posti comuni

La prova orale per i posti comuni è differente per ogni classe di concorso ed avrà per oggetto il programma di cui all'allegato A del decreto ministeriale n. 95 del 2016, limitatamente alle parti e per i contenuti riguardanti le classi di concorso della scuola secondaria di primo e secondo grado, e valuta la padronanza delle discipline in relazione alle competenze metodologiche e di progettazione didattica e curricolare, anche mediante l'utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione.

La prova d'esame orale valuterà anche la capacità di comprensione dei candidati ed anche la conversazione nella lingua straniera. che il candidato avrà preventivamente scelto e che dovrà essere almeno di livello B2.

Per quanto riguarda le classi di concorso di lingua straniera la prova orale si svolgerà interamente nella lingua stessa, inclusa l'illustrazione delle scelte didattiche e metodologiche in relazione ai contenuti disciplinari indicati dalla commissione.

Concorso Scuola 2018 – Prova orale per posti di sostegno

Per quanto concerne la prova orale per i posti di sostegno sarà incentrata sul programma di cui al predetto allegato A del decreto ministeriale n. 95 del 2016 applicato solo per le parti e per i contenuti riguardanti le classi di concorso della scuola secondaria di primo e secondo grado, la prova valuterà inoltre le competenze del candidato nelle attività di sostegno alla studentessa e allo studente con disabilità volte alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare per garantire l'inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle possibili potenzialità e alle differenti tipologie di disabilità, anche mediante l'impiego delle tecnologie normalmente in uso presso le istituzioni scolastiche.

Anche in questo caso la commissione dovrà saggiare le conoscenze della lingua straniera prescelta dal candidato che dovrà essere almeno pari al livello B2 del Quadro Comune europeo di riferimento per le lingue.

Concorso Scuola Abilitati 2018 tabella di valutazione e punteggi

Come abbiamo detto pià volte il concorso si svolge per titoli posseduti e per prove d'esame, per quanto riguarda i titoli posseduti dai candidati potranno essere assegnati massimo 60 punti che vengono così suddivisi:

·         titoli di accesso: 34 punti (massimo);

·         ulteriori titoli professionali e culturali: 25 punti (massimo);

·         pubblicazioni: 9 punti (massimo);

·         servizi di insegnamento: 30 punti (massimo).

Per quanto concerne gli anni di servizio per i primi 2 anni di servizio saranno riconosciuti 2 soli punti, mentre dal terzo in poi il punteggio sale a 5, ma facciamo un esempio per comprendere meglio il meccanismo, se un docente ha 24 mesi di servizio (2 anni) potrà beneficiare di 4 punti, mentre se il docente ha 48 mesi di servizio (4 anni) potrà beneficiare di 14 punti (2 punti primo anno, 2 punti secondo anno, 5 punti terzo anno e 5 punti quarto anno, totale 14 punti).

Ricordiamo inoltre che influiranno particolarmente l'anzianità di servizio degli aspiranti docenti poichè l'obiettivo del Ministero è quello di eliminare il maggior numero di docenti precari che da molti anni attendono una cattedra di ruolo.

Per quanto riguarda il titolo di accesso, quindi l'abilitazione, il punteggio viene calcolato effettuando la seguente operazione:

3x (VOTO ABILITAZIONE – 75/5)

Alle abilitazioni prive di voto viene assegnato un "punteggio d'ufficio" pari a 4,68.

Per gli altri titoli ecco una tabella riassuntiva:

Abilitazione conseguita attraverso un percorso di specializzazione della durata annuale

19 punti

Possesso di un ulteriore abilitazione sullo specifico posto per la specifica classe di concorso

6 punti

Diploma di Istituto tecnico superiore (se inerente alla classe di concorso)

4,5 punti

Per le graduatorie «B-02 Conversazione in lingua straniera» una laurea conseguita nel Paese dove la lingua straniera è lingua ufficiale

6 punti

Aver superato tutte le prove di un concorso scuola

15 punti (per la stessa classe di concorso) 5 punti (classe di concorso differente)

Dottorato di ricerca

15 punti

Abilitazione scientifica nazionale a professore di I o II fascia

6 punti

Attività di ricerca scientifica

6 punti

Laurea (titolo ulteriore rispetto a quello utilizzato per l'accesso all'abilitazione)

6 punti

Diploma di specializzazione universitario (durata pluriennale)

4,50 punti

Specializzazione sul sostegno

6 punti

Perfezionamento all'insegnamento in CLIL

6 punti

Certificazione CeClil

3 punti

Certificazione linguistica C1

6 punti

Certificazione linguistica C2

9 punti

Master universitario

1,50 punti

Certificazione Glottodidattica di II livello

1,50 punti

Abilitazione all'esercizio della libera professione (se attinente alla classe di concorso)

1,50 punti

Pubblicazioni

3 punti

Concorso Scuola Abilitati 2018: Vincitori e fase finale del concorso

La GMRA dovrà essere pronta in tempo per le immissioni in ruolo 2018/19 e durerà fino all'esaurimento di ogni singola GMRA (Graduatorie di merito regionali abilitati)

Per quanto riguarda le GMRA si attinge da quest'ultime in caso di esaurimento delle Graduatorie di Merito 2016 o nei casi in cui non ci siano abbastanza graduati in GM; in caso di esaurimento delle GAE e delle GM (se sono esaurite le GAE ma non le GM, i posti vanno TUTTI a GM sino ad esaurimento delle stesse); quando la GM è decaduta, perché ha esaurito i 4 turni di nomina annuale previsti dalla norma (i tre turni di durata delle GM 2016 sono stati prorogati di un turno dal parlamento), ma attenzione, perché i "vincitori di concorso 2016" hanno comunque priorità di accesso ai ruoli a prescindere dal fatto che la GM decada o meno.

Concorso Scuola 2018: 100mila Potenziali Candidati

Secondo le stime fatte e i numeri che abbiamo appena visto il numero dei candidati a questo bando potrebbe tranquillamente toccare quota 100.000 ai quali si dovranno aggiungere anche i docenti di ruolo che potranno decidere di partecipare, esclusi in un primo momento ma reinclusi in seguito grazie ad una recente sentenza del Tar.

Il numero inoltre potrebbe aumentare anche in seguito alle decisioni dei giudici in merito ai ricorsi che stanno per avviare alcuni candidati che in base al bando risultano esclusi, insomma ad oggi una stima precisa dei partecipanti non è ancora possibile effettuarla ma di sicuro saranno moltissimi, tutti speranzosi di ottenere una cattedra.

Ecco di seguito il bando del Concorso pubblicato in Gazzetta Ufficiale:

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/concorsi/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2018-02-16&atto.codiceRedazionale=18E01529

Letto 739 volte

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn