Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.    
slide_uilbandiere

Tesseramento 

sample image Tutti i vantaggi del tesseramento UIL e le convenzioni
Scopri

Galleria Fotografica 

sample image La nostra galleria fotografica aggiornata in tempo reale
Guarda

Le domande ricorrenti 

sample image Leggi le definizioni dei termini più frequenti
Leggi

In Primo Piano 

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

ISEE 2021: ecco l'elenco dei documenti d…

ISEE 2021: ecco l'elenco dei documenti da presentare al CAF per la dichiarazione valida fino al 31 dicembre 2021

Dichiarazione Isee 2021 valida dalla data di presentazione fino al 31 dicembre 2021 ATTENZIONE: I figli a carico fino all'età di 26 anni anche se non residenti nel nucleo familiare con...

Read more

Ente bilaterale: i lavoratori dei settor…

Ente bilaterale: i lavoratori dei settori terziario e turismo possono chiedere il bonus una tantum per i disagi subiti a seguito dell'emergenza Coronavirus

A partire da lunedì 7 settembre fino al 31 dicembre 2020 i lavoratori impiegati nel terziario e nel turismo, settori particolarmente colpiti dall'emergenza Covid–19, possono richiedere un sostegno economico. L'importo del bonus per i lavoratori è di 300 euro una...

Read more

Uffici CAF e ITAL UIL: in tutta la provi…

Uffici CAF e ITAL UIL: in tutta la provincia si riceve SOLO su appuntamento

Ricordiamo a tutti gli utenti che l'accesso agli uffici Caf e Ital in tutte le sedi UIL della provincia è consentito solo e soltanto previo appuntamento

Read more
Venerdì, 06 Dicembre 2019 09:58

Cambia il sistema di raccolta differenziata a Novi e Tortona: ecco le criticità evidenziate dalla UIL Trasporti

C'è aria di novità per quanto riguarda il sistema di raccolta differenziata. Da aprile 2020, infatti, due importanti comuni centro zona della provincia di Alessandria, Novi Ligure e Tortona, passeranno dal sistema porta a porta con bidoncini posizionati davanti alle abitazioni al sistema porta a porta con il sacco. Mentre per umido e vetro il sistema prevede la raccolta separata e continuerebbe ad essere così, il nuovo metodo conosciuto con il termine sacco secco consiste nel sostituire i bidoni davanti alle case con il rilascio di sacchi pieni di multimateriale indifferenziato come legno, plastica, ferro e carta sulla strada. Questi sacchi lasciati dai cittadini davanti alle abitazioni verrebbero raccolti porta a porta dagli operatori nel giorno previsto per il passaggio.

La differenza sta nella volontà di eliminare quel minimo di automatizzazione nella raccolta che si era acquisita con il progetto originale.
Infatti ora gli operatori dovrebbero caricare manualmente i sacchi gettandoli sul camion.

Dichiarazione della Segreteria UIL Trasporti: "Quello che ci preoccupa è che il nuovo sistema espone l'operatore a rischi molto elevati di infortunio e malattie professionali e inoltre questo passaggio gravante sul personale andrebbe nella direzione opposta a quanto previsto dall'INAIL in merito all'invecchiamento attivo. Infine tale materiale per essere destinato agli impinati di lavorazione e riciclo subirebbe una lavorazione ulteriore per adempiere alla normativa regionale per quanto riguarda gestione integrata dei rifiuti urbani.
Gli investimenti già effettuati per l'acquisto di mezzi di raccolta risulterebbero poco idonei al nuovo sistema rispetto al progetto iniziale. Ulteriore nostra preoccupazione è l'aspetto dei costi: la conversione al nuovo sistema non farebbe risparmiare, cosa che invece giustificherebbe la novità".

Letto 169 volte

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn