Notizie

Notizie

Giovedì, 07 Dicembre 2017 11:49

Consiglio territoriale UIL Pensionati: resocontro dell'incontro dello scorso lunedì

Lo scorso lunedì ad Alessandria si è tenuto il Consiglio territoriale UILP di fine anno. Tanti gli argomenti all'ordine del giorno e gli interventi degli iscritti. Un ringraziamente va ai tanti pensionati che contribuiscono al buon funzionamento delle varie sedi UIL in provincia con il loro impegnno e la disponibilità.

Presentata anche tanta documentazione sugli impegni presenti e futuri.

PENSIONI PIÙ EQUE PER GIOVANI, DONNE, LAVORATORI E PENSIONATI. UNA BRECCIA NELLA LEGGE FORNERO. CONTINUA.

RINNOVARE I CONTRATTI E TUTELARE IL LAVORO. IL NOSTRO IMPEGNO

LA VERTENZA PREVIDENZA PER CAMBIARE LA FORNERO RESTA APERTA. LA UIL PROSEGUIRÀ IL SUO IMPEGNO PER SOSTENERE ULTERIORI INTERVENTI VOLTI A RIAFFERMARE EQUITÀ E GIUSTIZIA NEL

SISTEMA PREVIDENZIALE ATTRAVERSO I SEGUENTI PROVVEDIMENTI:

• Introduzione di una vera flessibilità di accesso alla pensione a partire dai 63 anni;

• Istituzione di una pensione di garanzia per i giovani. Per dare pensioni future adeguate, va rivisto il meccanismo dell'attuale assegno sociale e di come questo si integra con la pensione contributiva;

• Superamento delle disparità di genere che ancora penalizzano le donne. Chiediamo che siano operati degli interventi che valorizzino e sostengano le loro pensioni, innanzitutto ampliando ed estendendo il beneficio ad oggi riconosciuto solamente alle lavoratrici del contributivo e portandolo ad 1 anno di anticipo sull'età pensionabile per ogni figlio. Verifica delle risorse utilizzate e proroga di Opzione Donna;

• Valorizzazione ai fini pensionistici del lavoro di cura svolto dalle lavoratrici e dai lavoratori nell'accudire i familiari con disabilità, attraverso una contribuzione figurativa anche fuori dal rapporto di lavoro e con 1 anno di anticipo ogni 5 anni di assistenza;

• Sostenere la previdenza complementare con il recupero di una fiscalità incentivante sui rendimenti e rilanciarla con una campagna di adesione informata sia nel settore pubblico che in quello privato;

• Identificazione di un nuovo paniere di riferimento per la rivalutazione delle pensioni in essere e individuazione di un meccanismo che dal 2019 recuperi il montante perso a causa dei blocchi di questi anni;

• Verifica delle risorse residuate dall'ottava salvaguardia e gestione risolutiva delle problematiche ancora aperte relative agli esodati.

GRAZIE ALL'AZIONE SINDACALE SVOLTA DALLA UIL, IN LEGGE DI BILANCIO SONO STATE PREVISTE E INSERITE ULTERIORI RISORSE PER IL RINNOVO DEI CONTRATTI DEL

PUBBLICO IMPIEGO, PER GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI E PER FAR FRONTE ALLA POVERTÀ. ANCHE SU QUESTI TEMI, L'IMPEGNO DELLA UIL CONTINUA.

 

L'IMPEGNO DEL SINDACATO PER CAMBIARE LA LEGGE FORNERO HA DATO I SUOI FRUTTI. MOLTO È STATO FATTO, MOLTO RESTA ANCORA DA FARE. LO SCORSO ANNO CI SONO STATI IMPORTANTI INTERVENTI GRAZIE AI QUALI SI È INIZIATA A CAMBIARE LA NORMATIVA IN VIGORE:

• Otto salvaguardie per 207.000 lavoratori esodati;

• Proroga opzione donna per 25.000 lavoratrici;

• Estensione quattordicesima per 1,5 milioni di nuovi pensionati;

• Incremento dell'importo della quattordicesima per oltre 2 milioni di pensionati;

• Estensione no Tax area fino a 8.125 € per tutti i pensionati;

• Aumento delle detrazioni IRPEF a beneficio di 11 milioni di pensionati;

• Introduzione dell'Ape sociale per 34.000 lavoratori:

• disoccupati;

• lavoratori con una disabilità superiore al 74%;

• persone che assistono un familiare disabile;

• lavoratori che svolgono mansioni gravose: operai dell'industria estrattiva, dell'edilizia e della manutenzione degli edifici, conduttori di gru e macchinari mobili per la perforazione nelle costruzioni, conciatori di pelli e di pellicce, conduttori di convogli ferroviari e personale viaggiante, conduttori di mezzi pesanti e camion, lavoratori del settore sanitario infermieristico, ostetrico ospedaliero con lavoro organizzato in turni, addetti all'assistenza di persone non autosufficienti, insegnanti della scuola pre-primaria, facchini, addetti allo spostamento merci e assimilati, personale non qualificato addetto ai servizi di pulizia, operatori ecologici e altri raccoglitori e separatori.

• Introduzione della Pensione Anticipata Precoci per 20.000 lavoratori;

• Introduzione Cumulo Contributivo Gratuito per oltre 100.000 lavoratori;

• Semplificazione normativa Usuranti per 3.200 lavoratori;

• Istituzione della Rendita Integrativa Temporanea Anticipata di previdenza complementare - RITA.

 

IL 21 NOVEMBRE, DOPO L'INCONTRO CON I SINDACATI, IL GOVERNO SI È IMPEGNATO AD ATTUARE UNA SERIE DI PROVVEDIMENTI CHE COSTITUISCONO UN SECONDO

INTERVENTO A MODIFICA DELLA LEGGE FORNERO:

• Stop aspettativa di vita, sia per per la pensione anticipata che di vecchiaia, per una platea stimata, nel 2019, di 14.600 lavoratori che svolgono:

• lavori usuranti come i lavori notturni, lavori alla linea di catena, conduzione di veicoli di capienza complessiva non inferiore a 9 posti, lavori in galleria, cava o miniera, i lavori ad alte temperature, i lavori in cassoni ad aria compressa,

le attività per l'asportazione dell'amianto, le attività di lavorazione del vetro cavo,

lavori svolti dai palombari, lavori espletati in spazi ristretti;

• attività gravose, in tutto 15 categorie, 11 già comprese in Ape sociale e precoci più

4 nuove categorie:

• operai e braccianti agricoli;

• marittimi;

• addetti alla pesca;

• siderurgici di prima e seconda fusione, lavoratori del vetro addetti a lavori ad alte temperature non ricompresi tra le attività usuranti.

• Nuove modalità di calcolo dell'aspettativa di vita. Dal 2021, qualunque sarà l'entità dell'incremento, l'età di pensionamento non potrà aumentare più di tre mesi. Nei calcoli si dovrà tenere conto anche dell'eventuale riduzione dell'aspettativa di vita;

• Istituzione di una Commissione per valutare il diverso impatto delle differenti mansioni sulle aspettative di vita;

• Ampliamento delle attività gravose ad altre categorie per accesso ad Ape sociale e precoci (operai e braccianti agricoli, marittimi, addetti alla pesca, siderurgici di prima e seconda fusione, lavoratori del vetro addetti a lavori ad alte temperature non ricompresi tra le attività usuranti);

• Proroga Ape sociale al 2019;

• 1 anno per ogni figlio fino ad un massimo di due anni di riduzione sul requisito contributivo per accesso all'Ape per le lavoratrici;

• Estensione dell'Ape ai lavoratori a tempo determinato;

• Creazione di un fondo per non disperdere i risparmi della previdenza nel quale confluiranno le risorse di Ape sociale;

• Commissione istituzionale per separazione contabile di assistenza e previdenza;

• Stabilizzazione RITA;

• Estensione della fiscalità incentivante per le prestazioni della previdenza complementare per i lavoratori pubblici con una riduzione di circa 10 punti dal 23% attuale al 15%;

• Estensione del silenzio assenso per l'adesione alla previdenza complementare per i dipendenti pubblici neoassunti;

• Aumento del limite di erogabilità delle prestazioni del Fondo di integrazione salariale.

Letto 947 volte
Pubblicato in Notizie

Sempre con voi

UIL Alessandria

© 2021. Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy | Cookie Policy
Web by ModusOperandi

Search

No Internet Connection