Notizie

Notizie

Venerdì, 08 Aprile 2016 11:12

Ital: eredi vittime amianto per esposizione non professionale

L'Inail con circolare n. 13 del 24 marzo 2014 fornisce le istruzioni per l'erogazione della prestazione una tantum agli eredi dei malati di mesotelioma non professionale deceduti nel corso dell'anno 2015, a prescindere dal fatto che il relativo diritto sia stato esercitato in vita dal familiare deceduto, in attuazione dell'art.1, comma 292, della legge di stabilità 2016.

La norma ha, inoltre, stabilito che il diritto potrà essere esercitato dagli eredi sulla base di apposita domanda presentata entro novanta giorni dall'entrata in vigore della legge di stabilità 2016.

Il termine in questione scade domani 31 marzo 2016. Rileviamo pertanto come l'Istituto non sia stato sufficientemente tempestivo.

La misura della prestazione economica è fissata dal decreto interministeriale del 4 settembre 2015 nella misura di 5.600 euro ed è ripartita tra gli aventi diritto su istanza degli stessi nei limiti dello stanziamento previsto dal suddetto decreto per l'anno 2015.

La circolare precisa che nella domanda, da presentare da uno solo dei soggetti beneficiari, dovranno essere indicati tutti gli eredi, nonché la relativa delega. Colui che la richiede autocertificherà, sotto la propria responsabilità, i propri dati anagrafici, lo status di erede del malato deceduto per mesotelioma non professionale, i periodi di residenza in Italia dello stesso e indica gli elementi necessari comprovanti l'esposizione familiare e/o ambientale alle fibre di amianto sul territorio nazionale.

L'interessato deve presentare apposita istanza sulla modulistica allegata alla circolare n. 13 (Mod. 190/E) alla Sede territoriale o compartimentale Inail competente per domicilio, o trasmettere tramite raccomandata AR.
Le richieste già pervenute alle Unità territoriali, a seguito dell'emanazione della legge di Stabilità, ma prima della circolare dell'Inail, dovranno essere integrate con le informazioni e la documentazione richieste dalle stesse Unità territoriali.

"L'istanza deve essere corredata dalla scheda di morte ISTAT e dal certificato medico, prodotto in originale, attestante che il soggetto deceduto è stato affetto da mesotelioma e contenere l'indicazione della data della prima diagnosi ai fini della valutazione della compatibilità dei periodi di esposizione familiare o ambientale all'amianto con l'insorgenza della patologia.".

Gli eredi dei malati deceduti per la stessa causa nel corso degli anni 2016 e 2017 potranno accedere alla prestazione secondo le modalità già indicate precedentemente dall'Inail.

Letto 708 volte
Pubblicato in Notizie

Sempre con voi

UIL Alessandria

© 2021. Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy | Cookie Policy
Web by ModusOperandi

Search

No Internet Connection