Notizie

Notizie

Mercoledì, 24 Maggio 2017 10:09

Ape sociale: i decreti relativi all'anticipo pensionistico

Nella giornata di ieri sono stati firmati i Decreti regolamentari delle disposizioni contenute nella legge di Bilancio 2017 relative all' Ape sociale e al pensionamento anticipato per i lavoratori precoci.

Si deve ora attendere la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale affinchè i DPCM divengano pienamente operativi.

Per quanto riguarda l'Ape volontario i tempi per la pubblicazione del relativo decreto regolamentare sono più lunghi anche in considerazione degli ulteriori soggetti che sono coinvolti (Banche e Assicurazioni).

vi trasmettiamo in allegato il testo dei decreti, che la nostra Confederazione, con nota a firma del SegretarioConfederale Domenico Proietti, ha inviato a tutte le strutture Uil riservandosi a breve un'analisi ed un commento dei contenuti.

Al momento l'INPS non ha ancora reso disponibili le procedure telematiche per l'inoltro delle domande.

Entrambi i DPCM delineano una prassi operativa che corrisponde nella sostanza a quella illustrata durante le giornate formative tenute

nelle scorse settimane a livello regionale e che vede:

• una prima fase, riguardante le richieste di riconoscimento delle condizioni necessarie per l'accesso all'Ape sociale e alla pensione anticipata per i lavoratori precoci. Questa prima fase, anche a seguito dei ritardi nella pubblicazione dei decreti, terminerà il prossimo 15 luglio per coloro i quali matureranno i requisiti entro il 2017;

• una seconda fase, riguardante le richieste di prestazione (Ape sociale/pensione anticipata), che si realizzerà una volta che i lavoratori richiedenti il beneficio riceveranno da parte dell'INPS - che nel frattempo avrà concluso il monitoraggio e la conseguente graduatoria - la lettera di certificazione che indicherà l'accesso alla prestazione e la prima decorrenza utile. L'INPS dovrà comunicare gli esiti entro il 15 ottobre.

Ricordiamo che queste due forme di "flessibilità in uscita" sono condizionate allo specifico stanziamento finanziario previsto nella legge di Bilancio 2017. A tale riguardo i DPCM prevedono che eventuali domande presentate dopo il 15 luglio e purchè presentate entro il 30 novembre potranno essere prese in considerazione solo se all'esito del monitoraggio (riguardante le istanze presentate fino al 15 luglio) residueranno le necessarie risorse finanziarie.

I DPCM prevedono che, in questa fase di prima applicazione, le prestazioni (Ape sociale/pensione anticipata precoci) che spetteranno in funzione delle domande di beneficio richieste entro il 30 novembre (sia le normali richieste - fino al 15 luglio - sia quelle che vanno a confluire nel serbatoio di riserva dal 16 luglio al 30 novembre -) avranno decorrenza dalla data di maturazione delle condizioni e non già dal mese successivo a quello di presentazione della domanda. Ricordiamo che tra le condizioni richieste per l'accesso all'Ape sociale c'è la cessazione di qualsiasi attività lavorativa.

Questa soluzione a salvaguardia dei diritti dei lavoratori trova applicazione anche alla pensione anticipata dei precoci in deroga alla disciplina generale.

 

Letto 783 volte
Pubblicato in Notizie

Sempre con voi

UIL Alessandria

© 2021. Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy | Cookie Policy
Web by ModusOperandi

Search

No Internet Connection