Notizie

Notizie

Visualizza articoli per tag: terme di acqui alessandria

SI è svolto oggi il secondo incontro con Terme di Acqui spa in sede regionale.

Grazie alle proposte messe in campo dalla stessa Regione ed esposte dall’Assessore Chiorino, è evidente che l’Azienda ha la possibilità di un piano di rilancio sia delle attività medico-curative che turistiche attraverso un sostegno attivo finalizzato alla piena ripresa del comparto. In questo scenario come Organizzazioni Sindacali abbiamo ribadito che è fondamentale la salvaguardia dei posti di lavoro traghettando l’Azienda ed i lavoratori in quello che è stato da tutte le parti definito un periodo ponte. Si vorrebbe arrivare ad attività continuative nel tempo che possano garantire il lavoro per tutto l'anno.

La proposta sindacale pertanto è quella di avviare immediatamente le attività, l’apertura di ammortizzatori sociali ad hoc per arrivare al 2023 che dovrebbe essere l’anno zero per il pieno rilancio.

Purtroppo l’Azienda ribadisce la chiusura definitiva del Grand Hotel Terme: per quanto riguarda gli 11 lavoratori la richiesta di FILCAMS FISASCAT e UILTuCS  è stata quella di garantire loro un ulteriore anno di cassa integrazione in deroga  e la possibilità di rimpiego in attività aziendali attraverso la formazione e un diritto di precedenza  ampliato  in caso di nuove assunzioni. Inoltre auspichiamo la riapertura della piscina estiva che potrebbe riassorbire già parte dei lavoratori.

Ora si attendono le risposte aziendali al prossimo incontro fissato per il giorno 26 maggio alle ore 14.

Siamo fiduciosi perché la combinazione delle proposte al tavolo sono indirizzate alla salvaguardia dei lavoratori, dell’Azienda e dell’intero indotto.

Pubblicato in Notizie: UILTuCS

Si è svolto oggi alle 15 nella sede di Confindustria Alessandria il primo incontro sindacale nell'ambito della procedura di licenziamento collettivo di TERME DI ACQUI SPA. Presenti all’incontro il Dott. Alessandro Pater, proprietà, il Dott. Crudeli di Federterme, l’avvocato Salvaneschi, il Dott, Quirico di Confindustria Alessandria, la Dott.ssa Catani responsabile del personale delle terme e le parti sociali.

Le Organizzazioni Sindacali hanno chiesto unitariamente il ritiro della procedura e la riapertura delle attività che, secondo il primo piano aziendale presentato a fine anno 2021, sarebbe dovuta avvenire il 25 aprile 2022. L'azienda al momento resta ferma sulla sua posizione ma ha comunque accettato di ascoltare la proposta sindacale che verrà illustrata in maniera articolata nel prossimo incontro che si terrà presumibilmente tra 7/10 giorni. 

Dichiarazione di Filcams, Fiscat e UILTUCS Alessandria: “L’obiettivo delle OO.SS è di rendere l'apertura una realtà. Riavviare le attività è per noi fondamentale perchè una chiusura sarebbe inaccettabile per un’intera città ed in primis per le 25 famiglie che rimarrebbero senza un lavoro”

Pubblicato in Notizie: UILTuCS

Con una nota di poche righe la Prefettura di Alessandria ha annullato l’incontro previsto per domani tra le Organizzazioni Sindacali e Terme di Acqui spa: la Società ha infatti manifestato la propria indisponibilità all’incontro.

Un fatto a nostro avviso gravissimo: l’Azienda, ancora una volta, si sottrae al confronto costruttivo e addirittura non risponde positivamente ad un tavolo di mediazione presso una delle massime istituzioni territoriali. E’ chiaramente un segnale che non prospetta nulla di positivo.

Lo scontro sarà a questo punto aperto e prevediamo l’inevitabile apertura di una stagione calda dal punto di vista delle manifestazioni e blocchi sia per le attività aziendali che per la città di Acqui Terme e la stessa Alessandria. Non escludiamo nulla, neanche un presidio a Genova alla sede della società della famiglia Pater.

Le lavoratrici e i lavoratori sono compatti e sicuramente non si faranno intimorire dalle non risposte della società. Dopo gli eventi drammatici della scorsa settimana non è possibile accettare quanto sta accadendo. La UILTuCS da oltre un anno sta portando avanti una campagna di sicurezza sul lavoro… e la sicurezza è vista su diversi fronti: il lavoro non deve uccidere.

Davanti a questo cinismo imprenditoriale e alle responsabilità politiche che in questa vicenda sono tantissime, non possiamo rimanere fermi ad aspettare…

Seguiranno aggiornamenti sulle prossime manifestazioni di piazza.

 

UILTUCS Alessandria 

Pubblicato in Notizie: UILTuCS

Questa mattina abbiamo appreso la sconvolgente notizia della morte prematura ed improvvisa di Angelo Formica, iscritto della UILTuCS di Alessandria ed impiegato da anni al Grand Hotel Terme. Le notizie che ci giungono sono al momento frammentarie ma drammatiche.

Da tempo conosciamo da vicino i dipendenti impiegati nella struttura e dopo anni si è instaurato con tutti loro un rapporto oltre che di lavoro anche di amicizia. Siamo tutti molto scossi e attendiamo ulteriori notizie in merito all’accaduto.

La Segreteria UILTuCS, insieme alla UIL di Alessandria, si stringe attorno alla famiglia e ai colleghi di Angelo.

Pubblicato in Notizie: UILTuCS

Durante l'incontro di ieri tra direzione di Terme di Acqui, Confindustria e Sindacati sono emerse tutte le problematiche relative alla situazione del comparto termale e turistico.

La direzione ha confermano che in tutta Italia gli impianti termali sono e restano ancora chiusi fino a nuove disposizioni, ribadendo che ad oggi, non si può prevedere un'apertura prima della fine dell'estate, inizio autunno.

Dal punto di vista occupazionale i dipendenti già nella fase 1 a casa e posti in Cassa Integrazione (FIS Fondo integrazione salariale) sono ancora in attesa di ricevere il pagamento da parte dell'INPS. La situazione è chiaramente molto preoccupante e questi ritardi creano grandissimi disagi alle famiglie.  Oggi siamo in attesa del nuovo decreto, che dovrebbe arrivare tra poche ore, per rinnovare l'ammortizzatore sociale per tutto il periodo in cui sarà possibile. Al momento questo è l'unico strumento per mantenere vivo il legame tra azienda e dipendenti in attesa di una ripresa delle attività.

Per quanto riguarda i lavoratori stagionali le misure messe in campo dal Governo prevedono un bonus che però non può essere l'unica soluzione e in questo senso ci siamo fatti carico di portare ai diversi tavoli le richieste di attenzione per un intero comparto che al momento fatica a vedere il proprio futuro.

Maura Settimo, Segretario UILTUCS Alessandria: "La richiesta di incontro che si è svolto ieri era stata estesa, come altre volte in precedenza, all'Amministrazione comunale ma nè il Sindaco nè un suo delegato hanno partecipato all'incontro. Questo non è sicuramente un segnale positivo e ci auguriamo che il percorso che stiamo condividendo con l'azienda possa essere intrapreso attivamente anche con l'Amministrazione in quanto il futuro delle Terme coincide con la ripresa turistica ed economica dell'intera città e dei suoi abitanti. A questo seguiranno altri incontri di aggiornamento sul futuro del comparto".

Il mondo termale, lo ricordiamo, rientra nell'ambito del settore turistico che ancora oggi è in bilico e attende indicazioni precise su come e quando poter ripartire in sicurezza, senza perdere la stagione estiva. Le terme, come sappiamo, sono frequentate tradizionalmente da un target over 60, quindi è giusto essere cauti e comprendere bene cosa sarà possibile riaprire e come, sempre nel rispetto delle norme e della sicurezza.

"La piscina monumentale di Acqui con i suoi 4500 mq - continua Maura Settimo - resta la più grande del nostro Paese quindi un patrimonio importante e da rivalutare e rappresenta simbolicamente un po' tutti gli impianti d'Italia. La mancata apertura sarebbe un grave danno per la città e per i lavoratori stagionali."

Pubblicato in Notizie: UILTuCS

Sempre con voi

UIL Alessandria

© 2021. Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy | Cookie Policy
Web by ModusOperandi

Search

No Internet Connection