Notizie

Notizie

Visualizza articoli per tag: uil alessandria

Scoraggiante e fortemente preoccupante la situazione del nostro Paese fotografata pochi giorni fa dal Rapporto Annuale Istat 2022 ed oggi dal XXI Rapporto Annuale Inps.

La pandemia ci consegna un Paese che è più "povero" di ieri, dove la povertà lavorativa è maggiore rispetto al resto d'Europa.
Il lavoro, elemento indispensabile per la crescita di un Paese, è sempre più povero e di scarsa qualità. Assistiamo ad una crescita incessante di occupazione a termine e di part time, prevalentemente involontari, in cui l'occupazione femminile ha il primato negativo europeo con una percentuale del 46% e dove il gap occupazionale, retributivo e di carriera rispetto agli uomini, presenta una forbice ampia.
Tutti elementi questi a cui si abbinano basse retribuzioni oggi e basse pensioni domani, ed un acuirsi delle diseguaglianze sociali.


Continuiamo da decenni a parlare di favorire un'occupazione di qualità per i giovani e le donne, ma sembra che per loro il tempo di una seria inclusione di qualità nel mercato del lavoro non ci sia mai. Sono stati i più colpiti dagli effetti occupazionali della pandemia a causa di lavori discontinui, vulnerabili, temporanei e spesso senza ammortizzatori sociali di sostegno.
E anche se il 2022 sembra vedere un recupero dell'occupazione, sapere che ciò è dovuto principalmente all'occupazione a tempo determinato è un segnale molto negativo.
Non è accettabile che le risorse di Next Generation, producano solo lavoro povero e precario.
Non è questo l'investimento che l'Europa ci ha chiesto.


Non è questa la finalità delle tante risorse che ci vengono messe a disposizione dalla Comunità Europea. Le risorse vanno orientate in primis in un investimento nelle persone, per un lavoro di qualità, che veda protagonisti soprattutto giovani, donne e chi vive nel mezzogiorno.
Il Patto che va fatto è proprio quello di contrastare le forme di lavoro precarie a favore del lavoro a tempo indeterminato e a tempo pieno. Solo così rispetteremo uno dei fondamentali obiettivi che ci ha consegnato l'Europa.


www.uil.it 
Roma, 11 luglio 2022

Oggi è una giornata importante per la storia della UIL di Alessandria.

Dopo due intensi mesi che, come accade ogni quattro anni, hanno visto lo svolgimento del momento congressuale per tutte le categorie della UIL di Alessandria, si conclude la stagione congressuale sul territorio con il 18° Congresso confederale della UIL di Alessandria.

Dopo 14 anni alla guida del sindacato, il Segretario generale Aldo Gregori lascia il suo ruolo e finisce un percorso lungo e di profonda crescita, qualitativa e quantitativa, per l'organizzazione.

Durante il 18° Congresso confederale della UIL di Alessandria, che si è svolto nel più ampio dei saloni conferenze dell'Hotel Diamante di Spinetta Marengo non sono mancati momenti toccanti legati al racconto della situazione sociale ed economica dell'intera provincia e dei cambiamenti avvenuti in questi ultimi anni.

Un video documentario fortemente voluto e fatto realizzare dal Segretario generale Aldo Gregori ha ripercorso gli ultimi quattro anni di attività della Camera sindacale, citando l’avvento della pandemia e la sfida che tutti si sono trovati a combattere l’emergenza sanitaria, internazionale ed umana che nessuno era preparato a sostenere. Ma sono stati anche raccontati i campi di azione sui quali si lavorerà nei prossimi anni, a partire dai settori in via di sviluppo come logistica, orafo, ecc…

Il mestiere dei sindacalisti si è dovuto sempre più trasformare in missione, come ha detto nella sua relazione Aldo Gregori, Segretario uscente, e ciascuno ha dovuto accompagnare lo smarrimento, le ansie e le paure dei lavoratori dei comparti che rappresentava. Il sindacato si è dimostrato ancora una volta necessario e ha dovuto adattarsi ai cambiamenti e alle nuove sfide.

La relazione congressuale del Segretario generale aveva come titolo Sindacato per tutti, la chiave per rafforzare il futuro e ha messo al centro ancora una volta un aspetto che ha fortemente caratterizzano i mandati e gli anni di operato di Aldo Gregori alla guida del sindacato UIL di Alessandria: le persone, l’attenzione per il sociale e in particolar modo per i soggetti più fragili.

A partecipare, oltre a tutta la segreteria della UIL Alessandria al sono stati Gianni Cortese, Segretario generale UIL Piemonte, Francesco Lo Grasso e Luca Cortese della Segreteria UIL Piemonte. Presenti anche oltre 100 delegati provenienti da tutte le categorie e numerosi ospiti e autorità istituzionali.

Non hanno voluto fare mancare la loro presenza anche Franco Armosino, Segretario generale CGIL Alessandria e Cristina Vignolo, Segretaria organizzativa CISL Alessandria presente anche a nome del Segretario generale CISL Alessandria Marco Ciani.

Anche da CGIL e CISL sono arrivate parole di sentito ringraziamento rivolte al Segretario UIL, al timone dell’organizzazione per 14 anni e compagno di molte battaglie e iniziative unitarie a tutti i livelli. Tutti hanno sottolineato l’umanità, l’attenzione e la lungimiranza che Gregori ha sempre dimostrato nell' affrontare questioni lavorative di grande attualità, vedi lo studio locale sul fenomeno del Gig Economy che risale ad anni fa, prima dell’avvio delle prime vertenze nazionali.

Nella relazione sono stati affrontati temi importanti come politiche attive per jl lavoro, necessità della riforma del fisco, welfare, formazione, sempre maggior impegno per combattere la piaga degli infortuni e delle morti sul lavoro e ancora inclusioni e reali pari opportunità.

Aldo Gregori, Segretario generale uscente UIL Alessandria: “Per me oggi si chiude un percorso iniziato con passione e grande attenzione 14 anni fa. Oggi le emozioni sono molte, ma a prevalere è un reale orgoglio per ciò che insieme abbiamo potuto realizzare, affermandoci come sindacato, lavorando duramente per prestare un servizio sempre sincero ai lavoratori, iscritti e simpatizzanti. La missione del sindacalista nel 2022 non può ridursi alla sfera prettamente lavorativa, anche se contratti e diritti restano il nostro focus. Senza perdere tutto questo però è necessario, come tutti noi abbiamo fatto, lavorare a 360 gradi per essere un riferimento per tutti. La UIL ambisce a diventare il sindacato delle persone, nessuno escluso e noi non vogliamo lasciare indietro nessuno. Sono felice per quanto ho potuto realizzare e so che lascio una squadra cresciuta da tutti i punti di vista e apprezzata anche dai colleghi delle altre confederazioni e dalle controparti. Resterò ovviamente in UIL sempre a disposizioni di tutti, con maggior tempo da dedicare a progetti per il sociale e ovviamente più tempo libero da trascorrere con i miei affetti, specie i miei nipoti.”

Alla fine dei lavori il Segretario Gregori, visibilmente emozionato, ha proposto come nuovo Segretario generale di Alessandria Claudio Bonzani, uscente segretario della UIL FPL di Alessandria. Per anni Bonzani ha seguito il mondo della Sanità pubblica e privata, delle Autonomie locali e del Terzo settore.

I delegati al Congresso hanno votato il nuovo Segretario che ha nominato la sua segreteria composta da Alberto Pastorello, Alessandro Porta, Paolo Tolu, Sonia Ciminello.

Tesoriere Paola Bisio.

Dichiarazione Claudio Bonzani, nuovo Segretario generale Uil Alessandria: “Raccolgo un'eredità importante, succedendo a una persona così umana e preparata, conosciuta e apprezzata come Aldo. Non sarà certo facile affrontare questa sfida confederale e mi pongo ad approcciarmi al nuovo incarico con un forte senso di responsabilità e l’esperienza maturata nella mia lunga carriera da sindacalista e poi da Segretario della UIL FPL. Tanti i cambiamenti e le crisi che la UIL ha dovuto affrontare negli anni, specie negli ultimi legati alla pandemia. Sarà un lavoro di squadra che condivido con la nuova segreteria”.

La giornata di oggi chiude la stagione congressuale della UIL di Alessandria, sindacato che ha visto in questi mesi riconferme, specie dei Segretari più giovani ai vertici delle categorie, e nuovi inserimenti nelle segreterie di categoria.

Ricapitolando ricordiamo che le formazioni di tutte le categorie UIL di Alessandria:

UIL FPL

Segretario generale Luca Righini

Segreteria: Alvaro Venturino, Segretario organizzativo, Sonia Ciminello, Calabrese Giuseppe, Alutto Alberto. Tesoriere Adele Di Meo

UIL Pensionati

Segretario generale Luigi Ferrando

Presidente Alberto Pavese

Segreteria: Paola Bisio, Leonardo Elia, Aldo Gregori e Arturo Toson

FENEAL

Coordinatore provinciale Paolo Tolu

 

UILTUCS

Segretaria generale Maura Settimo

Segreteria: Rosario Trupia e Francesco Rosati

UILM

Segretario generale: Alberto Pastorello

Segreteria: Serena Piscitello, Segretaria Organizzativa, e Antonio Bordon.

Tesoriere Marco Ginanneschi

UILtrasporti

Segretario generale: Alessandro Porta

Segreteria: Vittorio Panizza, Segretario Aggiunto (Igiene Amb.), Angelo Barrocu (Merci Log.), Antonio Burgarello (TPL), Franco Bello (Ferrovieri), Pasquale Fata (Igiene Amb.)

 

UILTEC

Segretario generale Gianni Di Gregorio

Segreteria: Danilo Ballacchino e Barbara Carrara

UILA

Segretario generale Tiziano Crocco

Segreteria: Piero Frescucci, Stefania nebbi, Daniela Corvarola, Fausto Cavo

UILCA

Segretario generale: mauro Cuniberti

Pier Paolo Novara, Carlo Toso, Andrea Sburlati, Alberto Ernia

 

UIL SCUOLA

Segretario generale: Giovanni Guglielmi

Segreteria: Antonella Irina Copotz, Concetta Palmieri, Stefania Chiarantano, Fabrizia Alloisio

 

UILPA

Segretario generale: Gian Piero Zampaloni

Segreteria: FOGGIA Luigi, LEONFORTE Carmelo, MACCARRONE Giampiero e TRAVO Giorgio

 

UILCOM

Segretario generale: Maurizio Sfondrini

Segreteria: Fabio Aquilino, Marco Perello

UIL POSTE

Segretario generale: Roberto Gandino

Segreteria: Enzo Corradi, Monica Guccione, Patrizia Nidosio

Pubblicato in Comunicati Stampa

Ha preso il via oggi, martedì 12 aprile, la stagione congressuale della UIL di Alessandria. All’Hotel Il Mulino di San Michele si è svolto questa mattina il 12° Congresso Pensionati Alessandria, UILP. Lo slogan di questo appuntamento congressuale è Passato, presente, futuro: i giovani corrono veloce, gli anziani conoscono la strada, insieme raggiungono prima la meta

Questa mattina, dopo la relazione scritta dalle due segreterie provinciali uscenti della delle STU territoriali sciolte alla fine dello scorso febbraio, che facevano riferimento rispettivamente al Segretario generale Territoriale UIL PENSIONATI zona Alessandria Nord, Alberto Pavese, e al Segretario Generale Territoriale UIL PENSIONATI Alessandria zona Sud, Luigi Ferrando, il congresso ha eletto un unico segretario provinciale.

Luigi Ferrando è stato riconfermato ed eletto Segretario generale UILP Alessandria.

Al Segretario Ferrando, al presidente Pavese e alla segreteria composta da Paola Bisio, Leonardo Elia, Aldo Gregori e Arturo Toson spetta il compito di guidare per il prossimo mandato, della durata di quattro anni, l’area vasta di Alessandria.

Pubblicato in Notizie

L’annunciato possibile sgombero della Casa delle Donne con sede in piazzetta Monserrato ad Alessandria, che pare dovrebbe avvenire nei prossimi giorni, ci lascia perplessi.

Pensiamo che sarebbe un errore chiudere un luogo che nel tempo è diventato un punto di riferimento per la città ma soprattutto per molte persone in difficoltà. L’impegno sociale di Non una di meno è tangibile e la dimostrazione sono le tante iniziative intraprese in questi anni e ad alcune di queste abbiamo partecipato anche noi come UIL.

Non sono mai abbastanza i luoghi che possono offrire sostegno e supporto alle persone e per questo pensiamo che l’Amministrazione comunale di Alessandria debba continuare a sostenere spazi di aggregazione come questo, attivandosi per bloccare lo sgombero. Sarebbe un pessimo segnale vedere calare il sipario su questa realtà, specie alla luce degli anni difficoltosi che stiamo attraversando e dove è emersa, in maniera ancora più forte, la richiesta di aiuto delle fasce più deboli e sole.

Pubblicato in Notizie
Ennesimo no di Terme di Acqui... dopo le dichiarazioni di apertura al dialogo arriva il rifiuto alla proposta di incontro di Filcams CGIL e UILTUCS UIL per il prossimo lunedì. 
I motivi? Hanno altri impegni  e soprattutto dopo la resistenza dei lavoratori e delle lavoratrici dovranno valutare aspetti operativi e giuridici (non abbiamo capito cosa voglia dire...) e che ci faranno sapere quando e come ci incontranno. Si vedrà... davanti ad una emergenza come quella lavorativa e dopo le dichiarazioni di chiusura imminente non ci è chiaro quali siano le priorità dell'azienda. 
Chiaramente i dipendenti non possono più attendere. La priorità per noi è il lavoro! Oggi inizia una lunga serie di iniziative...alle ore 15.00 presidio sotto le TERME E SOTTO IL GRAND HOTEL. Tutti i cittadini e le associazioni sono invitate a sostenere i lavoratori, il patrimonio delle acque e l'intera economia della città.
Pubblicato in Notizie: UILTuCS

La UIL, a livello nazionale insieme a CGIL e CISL, condanna l’aggressione militare russa all’Ucraina e chiede uno stop immediato delle ostilità.

La più grande preoccupazione va ai civili che stanno pagando pesantemente, fin dalle prime ore, le conseguenze di questa scelta scellerata.

Al popolo e ai lavoratori dell'Ucraina esprimiamo la nostra solidarietà.

È evidente che la pace e il ripudio delle guerre debbano essere la priorità per la politica italiana, europea e mondiale. L'Unione Europea deve agire ispirata dai suoi principi costitutivi a difesa di pace e democrazia. Aderiamo all’appello della Rete italiana Pace e Disarmo che ha promosso, insieme ad altre organizzazioni, la manifestazione che si terrà domani a Roma, in Piazza Santi Apostoli. Fioriscono iniziativa anche a livello locale a dimostrazione dell’interesse e della partecipazione di tutta la popolazione a questa pagina drammatica di storia italiana.

Come UIL Alessandria, insieme a tutte le categorie e al Coordinamento Pari Opportunità e Diritti, condanniamo l’attacco ed esprimiamo preoccupazione per le conseguenze di questa guerra che ricadranno inevitabilmente anche su tutta l’Europa, la sua economia e i lavoratori.

Anche una nostra delegazione parteciperà all’iniziativa organizzata per sabato ad Alessandria.

Questa mattina abbiamo appreso la sconvolgente notizia della morte prematura ed improvvisa di Angelo Formica, iscritto della UILTuCS di Alessandria ed impiegato da anni al Grand Hotel Terme. Le notizie che ci giungono sono al momento frammentarie ma drammatiche.

Da tempo conosciamo da vicino i dipendenti impiegati nella struttura e dopo anni si è instaurato con tutti loro un rapporto oltre che di lavoro anche di amicizia. Siamo tutti molto scossi e attendiamo ulteriori notizie in merito all’accaduto.

La Segreteria UILTuCS, insieme alla UIL di Alessandria, si stringe attorno alla famiglia e ai colleghi di Angelo.

Pubblicato in Notizie: UILTuCS

È stato sottoscritto un importante Accordo interconfederale da CGIL, CISL, UIL con Confartigianato Imprese, CNA, Casartigiani e CLAAI con cui si incrementano le disponibilità economiche della bilateralità, con alcuni precisi orientamenti: più servizi e prestazioni gestiti dagli Enti Bilaterali Regionali a favore dei dipendenti e delle imprese (dai libri di testo per i dipendenti al sostegno della maternità, dalle spese del trasporto alle politiche per la famiglia, dall'accompagnamento dell'innovazione tecnologica alla stabilizzazione dei dipendenti), più risorse al territorio e meno al centro, un impegno ancora più intenso - per quanto riguarda il sindacato - in direzione della sicurezza nei luoghi di lavoro, un efficace presidio del territorio anche in funzione della rappresentanza di imprese e lavoratori.

Il tutto a decorrere da gennaio prossimo o dal momento di sottoscrizione dei Contratti Collettivi di Lavoro del Comparto.

A tal proposito, importanti i risultati raggiunti proprio in queste settimane: sottoscritto il nuovo CCNL per il trasporto, rinnovato il contratto per la panificazione e la trasformazione alimentare e, proprio venerdì scorso, il contratto per le imprese artigiane metalmeccaniche, dell'installazione degli impianti, dell'autoriparazione, orafe argentiere, del restauro e del settore odontotecnico. Fra poco si dovrebbero chiudere anche i contratti del comparto chimico e della moda, nonché quelli della comunicazione e del legno.

Una stagione importante per l'artigianato, quella che ha segnato gli ultimi mesi dell'anno, con la riforma degli ammortizzatori sociali che rilancia il ruolo di FSBA (nel contesto della legge finanziaria in approvazione). Che apre, come sempre succede, anche un nuovo periodo di confronto fra le parti, con nuovi impegni per riqualificare gli interventi, includere aziende finora fuori dal sistema bilaterale, sostenere lavoratrici e lavoratori con nuovi e qualificati interventi.

A caratterizzare il tutto, la qualità dei rapporti fra le parti sociali del Comparto ed un ruolo da protagonista per il Sindacato che rappresenta, coordina e organizza le lavoratrici ed i lavoratori di tutte le imprese artigiane.

Pubblicato in Notizie: UIL Artigianato

A tre anni dal licenziamento subìto da parte dell’azienda per la quale lavorava da 13 anni, è stata fatta giustizia per la lavoratrice Michela Giussani impiegata come operatore amministrativo alla Wama s.r.l. di Alessandria, colosso del settore della sicurezza e della videosorveglianza nota per la realizzazione e gestione di impianti antifurto e antintrusione con sede a Castellazzo Bormida.

Dopo una prima decisione negativa il Tribunale di Alessandria ha accolto il ricorso in opposizione presentato dall'Avvocato Stefano Ena dichiarando nullo il licenziamento intimato alla lavoratrice Giussani; la vicenda è stata seguita dal Segretario generale UILM Alessandria Alberto Pastorello e dagli avvocati Stefano Ena e Massimo Lasagna dello studio legale associato Ena Gallina Lasagna Lunati di Alessandria.

Risale a fine ottobre 2018 la fine del rapporto di lavoro, sancita con un licenziamento fondato esclusivamente su un comportamento del tutto lecito e legittimo tenuto dalla lavoratrice, come statuito nella sentenza del Tribunale di Alessandria.

La signora, infatti, mai assentata in 13 anni di servizio dal lavoro, è stata costretta dai continui forti dolori e su intimazione del medico a sottoporsi con urgenza ad un intervento al piede che prevedeva l’inserimento di una protesi e la conseguente riabilitazione necessaria al recupero, come dimostrato con la documentazione medica.

L’azienda invece aveva ritenuto l’assenza dal lavoro della signora per serie ragioni mediche una misura eccessiva ed incompatibile all’entità della malattia. Per questo era ricorsa addirittura ad un investigatore privato che aveva pedinato la signora nei suoi spostamenti per raccogliere presunte prove sulla mancata veridicità della malattia, sulla quale si sarebbero insinuati i sospetti del titolare. Peccato che la raccolta di questa documentazione non abbia alcun valore, in quanto priva di competenze mediche.

Stefano Ena, legale della lavoratrice Giussani:La volontà ritorsiva che ha portato al licenziamento, mai facile da dimostrare, è stata provata da una plurima serie di elementi, tutti concordanti. La linea difensiva scelta era complessa, ma è stata riconosciuta ed ha comportato per la lavoratrice il diritto ad un risarcimento del valore di quasi 100.000 euro.”

Alberto Pastorello, Segretario UILM Alessandria:La lavoratrice, unica dipendente donna alla Wama, è stata accusata e perseguitata per la semplice ragione di essersi curata. Un’azienda che ha un’immagine di spicco sul territorio e spesso si adopera in azioni di beneficienza, non può allo stesso tempo tenere un atteggiamento simile nei confronti del personale. Speriamo che una sentenza del genere possa essere utile per il riconoscimento del licenziamento ritorsivo come tale: troppo spesso licenziamenti illegittimi non vengono impugnati per paura, per non intentare una causa che sappiamo durare anni e alla fine a pagare è il soggetto più debole, il lavoratore. E’ dunque nostro compito, dopo aver appurato i fatti, accompagnare in un momento di grande difficoltà che mina anche l’autostima le persone ad intraprendere il percorso giusto per ottenere quanto gli spetta. In un momento in cui il mondo del lavoro occupa ancora troppe poche donne è fondamentale tutelare a maggior ragione i loro diritti ”

Il licenziamento ritorsivo, illecito e nullo, costa quindi all’azienda la reintegra della lavoratrice, il pagamento delle retribuzioni e dei contributi maturati in questi anni oltre alle spese legali sostenute.

Pubblicato in Notizie: UILM

Quest’anno, con l’avvicinarsi del 25 novembre, Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, CGIL, CISL e UIL di Alessandria hanno deciso di promuovere un appuntamento che torni ad accendere i fari e indagare la situazione che da fine estate stanno vivendo i civili in Afghanistan, specie le donne e i loro bambini.

Sembra, infatti, che dopo l’indignazione di massa inziale nell’ultimo periodo i riflettori sulla realtà afghana e sulle privazioni vissute dalle donne di tutte le età a Kabul come altrove si siano un po' abbassati e crediamo sia doveroso proporre un approfondimento sul tema, lasciando la parola ad esponenti di associazioni che da anni lavorano e realizzano progetti in Afghanistan.

Afghanistan: donne senza diritti è quindi il titolo scelto per la tavola rotonda che si terrà martedì 23 novembre alle ore 17 nel salone dell’Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria, in Piazza Fabrizio De Andre 76.

L’appuntamento vedrà la partecipazione e la testimonianza di Francesca Paci, giornalista e corrispondente de La Stampa , Silvia Redigolo, Fondazione PANGEA Onlus, Paolo Pozzo, ISCOS Piemonte, Piero Sacchi, I.C.S. Alessandria.

La moderatrice sarà la giornalista Antonella Mariotti de La Stampa.

Un focus sul tema è assolutamente urgente anche per evidenziare come la donna possa essere considerata portatrice di democrazia. Infatti, quando la libertà di studiare, lavorare e mantenere la propria famiglia vengono annientate, allora vuol dire che la società sta attraversando una crisi umanitaria pericolosa e non più sostenibile.

Il ritorno dei talebani al potere e l’abbandono dell’Afghanistan da parte dei soldati americani ha rigettato il Paese nella paura e cancellato immediatamente tutti i passi avanti verso l’autonomia che erano stati compiuti negli ultimi vent’anni, grazie a progetti come la promozione della scolarizzazione, le case rifugio e microcredito ed empowerment femminile. Tutti noi siamo stati colpiti dalle immagini viste lo scorso agosto, l’esodo di massa e la fuga delle donne e dei loro figli dall’Afghanistan, dalle foto di donne costrette a nascondersi per salvarsi e non subire ritorsioni.  Lo stesso trattamento, come sappiamo, è stato riservato anche alle numerose volontarie, operatrici ma anche sportive impegnate nel Paese e che spesso, già dalle prime ore, hanno lottato per sopravvivere, difendersi e non smettere di raccontarci, con tutte le difficoltà del momento, come stava involvendo la situazione con il ritorno al potere del regime dei talebani.

Quello che ci ha spinto ad approfondire la questione è la voglia di comprendere meglio cosa sta accadendo adesso e come possiamo aiutare concretamente la popolazione schiava del regime, in primis quella femminile.

La situazione in Afghanistan rispetto alla libertà, ai diritti e alla democrazia è emblema di tutti i tipi di violenza nei confronti delle donne e delle bambine. Per questo vogliamo proporre una tavola rotonda come iniziativa unitaria di CGIL, CISL e UIL Alessandria.

L’immagine della locandina dell’evento è stata realizzata appositamente da Denise Bistolfi, grafica - illustratrice alessandrina.

Rinnoviamo quindi l’appuntamento per martedì 23 novembre nel salone dell’Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria a partire dalle 17, ricordando che l’accesso alla sede sarà consentito solo ai possessori di green pass.

                       

Pagina 1 di 22

Sempre con voi

UIL Alessandria

© 2021. Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy | Cookie Policy
Web by ModusOperandi

Search

No Internet Connection